Opera Software
  1. Barre degli strumenti
  2. Menu
  3. Pannelli
  4. Accesso Rapido
  5. Segnalibri
  6. Widget
  7. Note
  8. Opera Link
  9. Opera Turbo
  10. Blocco dei contenuti
  11. Protezione Anti-Frode
  12. BitTorrent
  13. Modalità di visualizzazione
  14. Strumenti per gli sviluppatori
  15. Preferenze
  16. Preferenze Avanzate
  17. Skin
  18. Scorciatoie da tastiera
  19. Utilizzo del mouse
  20. Interfaccia vocale
  21. E-mail e news
  22. Feed
  23. Chat
  24. Finestre di dialogo
  25. Aggiornamenti automatici
  26. Backup di Opera

Cronologia

Premere Pag Giù e Pag Su per spostarsi fra le diapositive

L'elenco delle pagine Web visitate, noto col nome di "cronologia", viene memorizzato da Opera per consentire la successiva riapertura di una o più pagine. Il modo più semplice per accedere alla cronologia del browser è quello di usare il tasto "Indietro" (), ma si può anche rintracciare una pagina visitata in precedenza in base alla data di ultima apertura o al suo contenuto.

Per quanto è possibile, la cronologia viene archiviata nella cache del browser: per visualizzare i dati nella cache, digitare opera:cache nella barra degli indirizzi. In Preferenze è possibile configurare la permanenza della cronologia nella cache.

Visualizzare la cronologia per data

Per visualizzare tutte le pagine della cronologia, digitare opera:history nella barra degli indirizzi. Alternativamente, aprire il pannello della cronologia (scorciatoia: Ctrl + H) nel quale le pagine sono organizzate nelle categorie: "Oggi", "Ieri", "Questa settimana", "Questo mese", and "Precedenti".

Mentre si naviga, Opera crea un database della cronologia basato sull'intero testo contenuto nelle pagine Web. Per accedere a questo database, è sufficiente digitare una parola chiave nella barra degli indirizzi o nel campo "Ricerca veloce" del pannello della cronologia. Le stesse informazioni sono anche visualizzabili nella pagina opera:historysearch.

Cronologia degli URL digitati

Opera dispone di una particolare categoria della cronologia chiamata "cronologia degli URL digitati". Essa contiene solo gli indirizzi Web digitati manualmente dall'utente ed esclude quelli aperti indirettamente cliccando su un link. Per accedere alla cronologia degli URL digitati, aprire il menu a discesa del campo indirizzi cliccando sul tastino alla sua destra o premendo il tasto "freccia verso il basso" della tastiera mentre il campo è evidenziato. Opera Link consente di condividere tale cronologia con altri computer e dispositivi mobili.

Preferenze

Preferenze > Avanzate > Cronologia

Ricorda gli indirizzi visitati per la cronologia e l'autocompletamento

È possibile specificare il numero massimo di indirizzi visitati che Opera deve ricordare. Si prega di notare che un numero troppo elevato può rallentare l'avvio di Opera.

Per eliminare la cronologia globale premere .

Indicizza il contenuto delle pagine visitate

Se l'opzione è attivata, è possibile effettuare ricerche nella cronologia.

Cache in memoria

Per velocizzare il caricamento, Opera utilizza una parte della memoria del computer per archiviare le pagine aperte di recente. È consigliabile lasciare che sia Opera a gestire il quantitativo di memoria allocata.

Cache su disco

Opera archivia le pagine visitate anche sul disco rigido oltre che in memoria; così facendo, esse sono disponibili anche dopo un riavvio del programma. Incrementare la cache su disco se si desidera conservare un numero più elevato di pagine e per un tempo maggiore.

Per impostazione predefinita, Opera archivia nella cache tutti i contenuti delle pagine Web: documenti, immagini ed altro.

Per eliminare l'intero contenuto della cache dal disco, premere . Per svuotare la cache automaticamente ogni volta che si chiude Opera, spuntare la casella "Svuota all'uscita".

Nota: Impostare il valore della cache su disco a zero non significa disabilitare l'archiviazione ma bensì evitarla nei limiti del possibile.

Controlla se le pagine nella cache sono state aggiornate sul server

Quando si visita una pagina Web per la seconda o successiva volta, Opera normalmente scarica dal server remoto la versione aggiornata della pagina anche se la maggior parte dei siti viene aggiornata solo di rado. Controllare gli aggiornamenti con minor frequenza può servire a velocizzare la navigazione.

Nota: Se l'intervallo di tempo prima dell'aggiornamento della pagina è troppo elevato, si rende talvolta necessaria la procedura di aggiornamento manuale.